Neon Genesis Evangelion

Written by on 17 Ottobre 2019

Neon Genesis Evangelion

SHIN SEIKI EBANGERION = vangelo del nuovo secolo.
Come sempre partiamo dai protagonisti per poi arrivare a personaggi sempre più secondari e come sempre tradurremo solo quelli in giapponese visto che questa serie ha una buona dose di componenti appartenenti anche ad altre culture, quindi anche qualche nome non giapponese.
IKARI = Ancora.
SHINJI = Teletta che in italiano può indicare sia una tela di scarsa qualità, che una tela resistente usata in sartoria per lavori di rinforzo.
GENDOU = Comportamento.
YUI = Qualcosa di Allacciato, annodato o legato.
REI = Zero o Spirito.
AYANAMI = Onda disegnata.
SOURYUU = Totalmente o Completamente (ovvero in maniera totale o completa).

Nella serie Rebuild of Evangelion, il cognome cambia in
SHIKINAMI = Onda di Stile o di metodo o del sistema.
Il termine significa anche Cerimonia o Rito.
TOUJI = Solstizio d’inverno? Libertino? Isocrono? (che indica qualcosa che avviene simultaneamente) Oppure Risposta? O Sintassi?
SUZUHARA = Campo dei sonagli.
NAGISA = Bagnasciuga, Lido.
MAKINAMI = Onda di speranza molto ardente.
FUYUTSUKI = Luna invernale.
KOUZOU = Struttura, Organizzazione, Meccanismo e Congegno.
KATSURAGI = castello di rampicanti.
PEN PEN = ripete semplicemente la prima sillaba del termine
PENGIN che significa Pinguino.
RYOUJI = Console, oppure Terapia o magari qualcos’altro. Visto il suo ruolo, però, forse Console non ci sta male.
KAJI = Esorcismo o Incantesimo.
AKAGI = Albero rosso.
RITSUKO = Bambina della legge o delle regole, oppure Bambina delle probabilità.
NAOKO = È una bambina ancora adesso.
AOBA = Foglie verdi e non foglie blu.
SHIGERU = Crescere rigoglioso.
HYUUGA = Incontro al sole.
MAKOTO = Verità.
IBUKI = Respiro o soffio italiano. MAYA = civiltà dei Maya dell’America Latina. AIDA = Campi di riso insieme o a vicenda.
HIKARI = Luce. Attenzione alla pronuncia! Questo ha la H quindi HIKARI, mentre il cognome di Shinji e famiglia non ha la H e quindi IKARI. Sembra una pignoleria insignificante, in fondo per noi la H è muta! Ma per il giapponese non è così, una differenza di questo tipo può cambiare radicalmente una parola! Questa lingua è piena di dettagli come questo che però sono importantissimi e se si vuole imparare seriamente e non per gioco, non li si può aggirare con un semplice “Ma sì, tanto è la stessa cosa! È solo una questione di scriverlo con o senza la H!” No, non è così. Perché quello che nel nostro alfabeto si differenzia per una H, scritto coi kanji o coi kana ha una grafia completamente diversa e una pronuncia completamente diversa. HORAKI = Albero della Caverna.

Passiamo dunque alle sigle.
La opening è ZANKOKU NA TENSHI NO THESE. = La conosciamo tradotta con La tesi di atroci angeli, oppure La tesi degli angeli crudeli. In entrambi i casi va bene.
La Ending è la conosciutissima Fly me to the moon ovvero Portami sulla Luna.

Citerei anche TAMASHII NO RUFURAN. = Il ritornello dell’anima.

 

Dalla Scuola degli Elfi Traduttori (Nihon Accademy 2014)

 

 

 

Miaka
Author: Miaka

Conduttrice della Nihon Accademy, precedentemente di Chi viene in viaggio con me? ...destinazione Giappone! Sindachessa di Papirlandia


Reader's opinions

Leave a Reply


Continue reading

Previous post

Lamù


Thumbnail

PianetaB WebRadio

Un Pianeta di Sigle e BGM a portata di un clik!

Current track
Title
Artist